Chi siamo

Venire in questo agriturismo significa lasciarsi cullare dalla pace della natura, dalla gentilezza dei proprietari, Chiara e Marco, che con tanto amore e profonda devozione hanno deciso di dedicare la propria vita a questo progetto meraviglioso.

Un progetto tutto rivolto verso l’ospitalità e l’accoglienza. Chiara è una cuoca stellare, che gestisce in modo impeccabile e su richiesta, la colazione, i pranzi e le cene della sua cucina, per gli ospiti che le desiderano.

C’è un grande parco intorno a questa torre incantevole che sembra quasi di essere fuori dal mondo, invece si è a due passi dalla città che dalla torre è  possibile ammirare.

Ci si può rilassare profondamente facendosi cullare dalle attenzioni di Marco e Chiara e dal silenzio che regna sovrano in un posto bellissimo pieno di storia ed energia.

Le parole non sono in grado di rendere ciò che concretamente si avverte sulla propria pelle quando si soggiorna in questo angolo di paradiso. And last, but not least, c’è Fausto, il loro figlio, un ragazzo speciale, che con la  passione immensa per la cultura e l’arte saprà coinvolgere gli ospiti in un’esperienza sensoriale e ricercata a 360 gradi.

Le origini di Ferentino sono antiche ed avvolte nel mito; la leggenda ne ascrive la fondazione al dio Saturno che, scacciato dall’Olimpo, si insediò in questo territorio dove fondò città e diffuse le arti e le tecniche.

A testimonianza della fondazione, antecedente a quella di Roma di almeno 300 anni, sono presenti le cosiddette mura ciclopiche, una cinta composta da blocchi di pietra (di volume anche superiore ai 25 metri cubi) posati a secco e ad incastro a formare fortificazioni lunghe circa 2.500 metri, comprendenti 12 porte.

L’etimologia stessa del nome Ferentinum (participio presente del verbo latino ferre: produrre) fornisce una idea precisa riguardo alla fertilità del luogo e all’ingegnosità delle gente che lo abitava.

Effettivamente è  proprio così: le persone del posto sono frizzanti è molto creative.

Non resta che raggiungere questo luogo magico e farsi accogliere dalle sapienti mani di Chiara e dalla simpatia e generosità di Marco, che saprà guidarvi nella scoperta della sua terra natale anche in compagnia di buona musica, altra sua grande passione.

Buona permanenza a tutti !

Io non vedo l’ora di ritornare a trovare queste care persone che ormai sono diventati anche cari amici.